[Flug] L'open source, il freeware, ecc.

carlo.orecchia@ritram.it carlo.orecchia@ritram.it
Mar 12 Dic 2000 12:05:41 CET


C'e' del valore aggiunto in piu', a mio avviso. Che la maggiorparte del
software che ti danno e libero, e tu puoi:
- metterci le mani da solo, se sei in grado;
- scegliere a chi farcele mettere, se non sei in grado.

Col software proprietario non puoi, e non e' poco.

Ok, mi rendo conto che una cosa del genere puo' essere importante in 
alcuni frangenti. Ma per quanti, e con quale frequenza rispetto al numero 
di installazioni?

Ripeto: sono disposto a pagare la somma equa (cie' che contribuisca a 
ripagare gli investimenti fatti dal fornitore e a garantirgli il 
guadagno), ma solo se una cosa mi serve davvero. Altrimenti si ricade un 
po' nella tristezza alla Office, di pagare per funzioni per lo piu' 
inutili che appesantiscono solo il prodotto.

Comunque io sto ragionando in termini di realta' non di teoria. Se i miei 
clienti mi danno 800 mila al giorno, allora io con quel budget devo 
confrontarmi. Mi stupisco non solo di come ci sia chi chiede l'equivalente 
di un'anno di lavoro per una assistenza solo "eventuale " (perche' 
qualcuno la trovera' a questo punto conveniente, ma chi? Ditemelo, perche' 
li voglio anch'io come clienti!),  ma c'e' chi mi ha chiesto ieri 
l'equivalente di un mese di lavoro per una attivita' da forse tre gg.!!!

Ma se non c'e' nessuna azienda che conosco che possa offrire servizi 
sistemistici a piu' di 100 mila l'ora, a chi sono abituati a rivolgersi 
quasti signori? Lo vorrei proprio sapere...

Ciao, Carlo.
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML  stato rimosso...
URL: <http://lists.linux.it/pipermail/flug/attachments/20001212/85bd8fd7/attachment.htm>


Maggiori informazioni sulla lista flug