[Golem] forse OT: esperienza personale

LoSpippolo lospippolo@email.it
Gio 16 Dic 2004 10:53:58 CET


antefatto: qualche settimana fa' sono stato nell'ufficio da una mia
amica commercialista ad installargli alcuni nuovi pc che aveva comprato.
I vecchi se li sono presi i vari lavoranti dello studio (col win98 che
c'era sopra) a fronte di una fattura da 1 euro per lo scarico dalle
giacenze (roba fiscale), mentre andavo via ho visto un case minitower
con su' scritto a lapis "morto".

Chiedo che cosa sia, trattasi di un pc pari agli altri con
l'alimentatore rotto che la ditta che fa' assistenza a questa gente ha
dichiarato con l'alimentatore rotto, sicome la machcina avanzava il
disco fisso e' stato spostato su un altro pc e quindi il cadavere giace
sotto la scrivania da molti mesi.

Chiedo se me lo danno, previa fattura da un euro. Mi dicono di si molto
felici altrimenti avrebbero dovuto smaltirlo.

Lo porto a casa.

La sera mi ci dedico. Passo primo: vediamo che processore c'e' e se
merita perdere tempo.

Apro il pc e vedo che non e' un processore slot ma un socket, levo la
ventola e scopro un bellissimo amd K6 350 mhz. Vedo con orrore che i
cani che l'hanno assemblato a tuo tempo non hanno messo la pastina
dissipatrice tra processore e dissipatore, anzi sul processore c'e'
attaccata una etichetta di carta con il codice di magazzino del
processore che e' annerita e secca come un baccala. Prendo il processore
e lo metto a zuppo nell'alcool. La sera dopo l'etichetta e' venuta via
senza problema.

Noto che l'alimentatore e' un AT, ma la piastra (SOYO) ha anche
l'alimentazione ATX, purtroppo i buchi del case atx che ho d'avanzo in
casa non tornato con quelli della piastra, ma niente di male, spolvero
il vecchio pentium 166 defunto che giace da anni in fondo al garage, un
case desktop come ormai non se ne vedono piu, butto via la piastra
e ci metto questa qui.

Ha un alimentatore da 230 watt, nemmeno tanto malaccio...

Rufolo nello scatolone dell'hardware e riempio i pc con:


1) 1/2 giga di ram di ddr 133 mhz (2x256)
2) una scheda video ati agp con 64 mega di ram
3) una controller raid parallel ata 133 da usare al posto di quella su piastra, ben piu' lenta
4) un disco fisso da 160 giga maxtor (faccio lo sborone)
5) un lettore cd 32x usato 
6) un paio di schede di rete (l'idea e' di fargli fare il firewall /
mail server / web server / file server / qualcosa server) a casa mia 

Se avessi dovuto acquistare la roba che ho messo dentro la spesa totale
approssimativa tra nuovo (disco) e usato (tutto il resto) si sarebbe
aggirata intorno ai 150 / 200 euro, con un disco fisso piu' piccolo
potevo risparmiare qualche cosa...
 
Vediamo se con tutto questo ben ha il coraggio di andare piano. L'unico
collo di bottiglia potrebbe essere giusto il processore, ma un mega di
cache di secondo livello sulla piastra mi fa' ben sperare

Accendo il bambino, metto dentro il cd di windows xp (so' che riconosce
la controller del disco fisso a diritto), ruzzola per 10 secondi sembra
partire e poi si ferma su una schermata nera. Razzolo un po' nel bios
(aggiornato) per vedere se c'e' qualcosa che puo' dare fastidio ma nn
c'e' verso di farlo partire. 

Vediamo se "mamma sarge" reagisce meglio.

Il pc viene riconosciuto fino all'ultimo componente e nel giro di una
nottata (apt-get grazie di esistere) sarge scarica tutto quello che le
serve.

XFCE va' come un missile ed anche KDE, a parte un avvio un po' laborioso
va' piu' che bene.

La macchina a parer mio gode di ottima salute, a parte il nome host che
gli ho dato in memoria della scritta "morto" a lapis che aveva sul case:

deadmanwalking 

:-)

Questo io lo chiamerei "trashware con gli steroidi" ovvero la
dimostrazione che con un po' fine tuning dell'hardware, spendendo
qualche soldo, si possono fare cose piu' che dignitose con macchine
vecchie.

Commenti ?


LoSpippolo

Come si fa a sapere se una parola nel dizionario  scritta sbagliata?





Maggiori informazioni sulla lista golem