[Flug] Dove sta andando Gnome?

Marco Ermini flug@markoer.org
Dom 10 Feb 2002 21:52:43 CET


On Fri, 8 Feb 2002 23:56:23 +0100, Francesco Poli <e_frx@inwind.it> wrote:

[...]
> 1) quanto e` efficiente uno pseudocodice interpretato da una macchina
> virtuale? potra` esserlo quanto un codice macchina? temo di no... come
> verranno scritti i software che richiedono la massima efficienza
> (sistemi CAD, motori di rendering per grafica tridimensionale, codec
> vari, compilatori, risolutori numerici, etc.)? backend compilato in
> codice macchina ed eventuale frontend grafico compilato in IL? ho letto
> che nautilus e` piuttosto affamato di risorse... non stanno pensando un
> po' troppo poco all'efficienza gli sviluppatori Gnome?

Questo e' un falso problema. Viene sollevato dai detrattori di Java da oltre
10 anni, e senza grande successo ;-). I computer vanno sempre piu' veloci e
l'interoperabilita' fra sistemi diversi e' molto piu' importante della
velocita' pura in molti ambiti. Negli ambiti in cui essa e' importante, i
software costituiti da bytecode non hanno mai superato quelli compilati in
codice macchina nativo, e continuera' ad essere cosi'. In moltissimi altri
ambiti (quasi tutti!), il fatto di poter scrivere un framework in cui ogni
programmatore possa contribuire col proprio linguaggio, sia esso C, perl,
Basic ecc. e' molto importante.


> 2) che garanzie ci sono che la Microsoft non tenda trabocchetti legali
> vari? tipo brevettare qualche parte del framework .NET (negli USA si
> puo` brevettare il software, purtroppo) e poi saltarsene fuori a
> sorpresa con questo brevetto in mano e bloccare tutto lo sviluppo di
> Mono con cause legali (dopo tutto il tempo e l'impegno che saranno stati
> necessari per portare avanti il progetto)?

Non gli serve brevettare nulla. Quasi tutto l'ultimo Windows Developer Day
verteva sul modo in cui Microsoft avrebbe criptato gli pseudocodici del
software .NET (allora non c'era ancora una soluzione). Essendo adesso stato
rilasciato l'ambiente di sviluppo per .NET nonche' la prima beta di Windows
.NET (su MSDN), probabilmente hanno trovato una soluzione (non ti so dire
quale).



> 3) che garanzie ci sono che la Microsoft non tenda trabocchetti
> progettuali? il framework .NET e` progettato in Microsoft: se le scelte
> progettuali sono fatte in modo da avvantaggiare Windows come OS su cui
> far girare il CLR (cioe` la macchina virtuale), poi la Microsoft dira`
> "come potete vedere Windows e` il migliore OS su cui far girare le
> applicazioni .NET"

Il framework .NET e' uno standard approvato da ECMA come lo e' JavaScript. Ti
possono essere tesi trabocchetti esattamente come ti possono essere tesi da un
browser internet che supporta JavaScript. Inoltre, e' da rilevare l'importanza
del fatto che Microsoft sta decisamente shiftando dai sistemi proprietari a
quelli aperti: il fatto che il sistema ODBC venga abbandonato a favore di
SOAP, per esempio, e' clamorosamente importante, come sanno benissimo quelli
che per anni hanno voluto connettersi a DB che avevano solo connettivita' ODBC
da sistemi non Microsoft.

Sul fatto che Microsoft dica che i suoi sistemi sono i migliori in cui far
girare qualsiasi cosa, beh questo lo dicono un po' tutti ed e' loro diritto
;-)


ciao

---
Marco Ermini
http://www.markoer.org - ICQ UIN 50825709 - GPG KEY 0x64ABF7C6
Perche' perdere tempo ad imparare quando l'ignoranza e' istantanea? (Hobbes)
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale  stato rimosso....
Nome:        non disponibile
Tipo:        application/pgp-signature
Dimensione:  189 bytes
Descrizione: non disponibile
URL:         <http://lists.linux.it/pipermail/flug/attachments/20020210/6a3a5bcc/attachment.pgp>


Maggiori informazioni sulla lista flug