[Golem] Organizzazione e altre storie

Gianni Casalini gianni@elenet.it
Lun 27 Maggio 2002 21:04:01 CEST


On Monday 27 May 2002 18:49, you wrote:

[...]

> Ci sono pittori di cartelloni in lista?
> Oppure basta un cartone e un pennarello grosso?

Mi offendi ho passato tutta la giovinezza a scrivere cartelloni 
contro tutto e tutti! :))) -e ho fatto bene!-

> > A tal proposito. Propongo un metodo di organizzazione che e'
> > il seguente:
> > Piuttosto che caricare Alx di tutta la responsabilita' dei
> > corsi (adesso avra' anche qualche impegno piu' importante:)

[...]

> > Cosa ne dite?
>
> Che martedý 4 giugno posso fare l'introduzione alla
> crittografia (spero che Fabio mi aiuti con la parte pratica:
> PGP on Win e/o GPG on Linux)
> Titolo: "Lezione di crittografia comprensibile"

Ottimo!

> Mi piace l'idea di pagare la formazione in natura: altre
> lezioni o prosciutto e vino bono per il "coffee-break".

Quando dicevo FORMIAMO intendevo proprio 'formiamo' e il soggetto e' 
NOI. Intendo chi si sente interessato da questo progetto, non 
mettiamo limiti di tempo o di applicazione, ma di interesse. Penso a 
Hal, Stefano, Alx, Beppe, Elisabetta e chiunque altro voglia 
veramente imparare/insegnare come si mettono le mani su Linux. Chi ha 
voglia di questo.
A chi arriva per 5 minuti fa' la sua domandina sul suo problema 
(inutile quasi sempre) del momento e poi sbatte la porta senza 
neanche salutare diamo l'indirizzo di lista con la raccomandazione di 
non utilizzarla come se fosse carta igienica.
Non si insegna senza prima imparare. IO sto cercando un gruppo che 
voglia fare questo salto.
Mi piace in gruppo. Astenersi poco seri, indecisi e perditempo!

> In effetti chi si avvicina ai corsi di informatica un po' di
> interesse ce lo deve avere, altrimenti che ci viene a fare?

Appunto.

> L'unico requisito necessario per chi prepara una lezione su un
> argomento Ŕ di non essere esperto, altrimenti si ricade nel
> solito problema che chi non ha giÓ una laurea sull'argomento
> non ci capisce niente.

L'unico requisito necessario per chi prepara una lezione e' 
prepararla, e' crederci. Cazzo, bisogna anche un po' amare cio' che 
si fa'; se qualcuno e' piu' bravo puo' indirizzare, limare, far 
capire le lacune, ma almeno non e' frustrante neanche per lui!!!

> Quindi: largo ai non esperti di buona volontÓ.

Largo!

ciao
Gianni



Maggiori informazioni sulla lista golem