[Golem] Re: Collaborazione con ISF

Helios helios@inventati.org
Mar 9 Mar 2004 15:42:11 CET


Hal wrote:
> Questa lista sta cominciando a piacermi sul serio...
> (per Elio: piu' di una volta ti e' sembrato di sentire una cera 
> suscettibilita' da parte mia o di Gianni o di Dario. E' solo colpa 
> dell'email, non c'e' mai stata nemmeno un'ombra. Ma proseguiamo).

questo inizio mi fa molto piacere, so bene che uno dei limiti della
comunicazione scritta rispetto a quella faccia-a-faccia sta nella
possibilita' di creare dei brutti equivoci...

>> Con lo svantaggio che se mi si
>> rompe una scheda video in un PC "giovane" riesco a trovarne una
>> compatibile, in uno vecchio no.
> 
> Tutto questo  vero senza trashware: se attiviamo in modo consistente il 
> recupero diventeranno disponibili molte schede di tipo vecchio. (ma 
> adesso non mi interessa parlare di questo).

OK da noi, KO in quei paesi, infatti anche tu convieni che...

> In zona potrebbe ritirarlo che fa trashware, all'estero no. Va fatto 
> funzionare quindi diventa strategica l'assistenza.

appunto.

> mi e' possibile farlo. Vedi, la nostra ragione di esistere (per il 
> GOLEM) e' quella di diffondere Linux e il Software Libero. Punto. Siamo 
> pronti a tollerare l'esistenza del Software non Libero, anche ad 
> ammettere che in alcuni casi e' difficile da sostituire (allo stato 
> attuale delle cose) ma non possiamo metterci a diffondere software 
> non-Libero... e' piu' forte di noi  ;-)  

jizzz... CI MANCHEREBBE ALTRO, AHO'!

> Attenzione: il gioco si fa duro. Se vogliamo procedere in una 
> discussione fruttuosa dobbiamo avere il massimo rigore logico.
> Quello che dici tu non riguarda l'hardware, ma il software. E' 
> importante ma non risponde alla domanda cuore di questo mesaggio. Ti 
> averebbero detto la stessa cosa anche se i pc fossero stati nuovi.

ok Hal, ma - come mi insegni - trashware e' sinonimo di Linux e quindi
di tutte le applicazioni che ci girano sopra...
Quanto spesso ho sentito dire, non solo su questa lista (non da parte
tua) ma anche su altre: "beh, per le applicazioni Office, con Linux ho
il valido OpenOffice che mi _garantisce_ la compatibilita' con le
applicazioni M$"
...CHEEEEE????
Ma vogliamo imparare ad essere piu' cauti in certe affermazioni?

>> e in bocca al lupo anche a voi, eh! Scusate, ma voi come pensate di 
>> fare a Cuba? non mi pare di capire che ci sia una "ISF" come 
>> intermediaria stavolta... per cui tutti i problemi che abbiamo 
>> discusso in questa lista ve li troverete da risolvere da soli... come 
>> pensate di fare?
> 
> Ancora non abbiamo pensato. Direi che cercheremo una "ISF" che abbia 
> contatti con Cuba (l'Associazione Italia-Cuba?)
> Oppure ci sono volontari???

touche'... ti vedo in difficolta'...
...mentre questo e' un punto che NON vi potete permettere di trascurare!

Il problema e' proprio questo: se l'associazione che vi chiede aiuto
non ci capisce una mazza di PC, ne' delle ns menate sul S.L. e sul
trashware, semplicemente ha bisogno di un certo numero di PC a basso
prezzo (o gratis), cosa fate?

Quello che cerco di dire da un bel po' di mail a questa parte e': quando 
si inviano dei PC in un PVS non e' possibile riutilizzare IN TOTO lo 
stesso approccio che adoperate con il circolo ARCI locale o con 
l'organizzazione di volontariato XYZ di Pontedera, ovvero: forniamo loro 
dei PC riusati E con Linux (anche perche' non e' possibile fare 
altrimenti...), e se poi hanno bisogno di una mano, gliela fornite voi, 
o personalmente o via mailing list. Benissimo. Massimo rispetto.

Se voi quei PC li spedite, qualcun altro dovra' occuparsi della seconda 
importantissima fase, per cui PRIMA ANCORA di mettere mano ai PC VI
CONSIGLIO CALDAMENTE di verificare almeno queste 2 condizioni
fondamentali:
1) "esiste un LUG o delle persone locali che possono aiutare i 
beneficiari ad utilizzare i vostri PC carrozzati Linux?"
 >>>> IF NOT <<<<<
2) "riusciamo ad organizzare dei volontari che siano disposti ad
andare in questi paesi per dei tempi lunghi a sufficienza per fornire 
loro le basi per essere autonomi nell'uso dei PC-recycled?"

Se la risposta e' ancora no, beh... credo che l'opzione trashware sia da 
evitare. Il brutto e' dover rispondere all'associazione in questione:
"guarda, date le condizioni al contorno, non sappiamo come aiutarti" :-(

> Il precedente mio messaggio e' stato un intervento un po' rude e non 
> vuole evitare il confronto, ma evitare di rimestare tutto in un unico 
> calderone. I tre temi sopra elencati possono, a mio avviso _devono_, 
> essere trattati separatamente. Facciamolo.

scusa ma non sono d'accordo, e - pur sapendo di ferire la tua 
sensibilita' di ingegnere "dicotomizzatore" - ti chiedo di fare uno 
sforzo e di mantenere una visione olistica del problema (e guarda che 
sono un ing. anch'io, eh!)

Potrei riformulare la questione in: "riusciamo a scrivere una serie di 
condizioni NECESSARIE affinche' il trashware possa essere utilizzato in 
maniera sostenibile nei PVS?"
L'obiettivo finale potrebbe essere una specie di "HOW-TO" che, a partire 
dai vantaggi ma anche dai limiti del trashware, suggerisca a chiunque 
voglia utilizzare questo approccio in un progetto di Coop.Svil. QUANDO E 
COME e' possibile utilizzarlo e QUANDO INVECE ne e' sconsigliabile 
l'uso. Ci state?
Esiste ormai un'ampia letteratura sull'uso di Linux nei PVS, sicuro che
esiste del materiale riguardante anche l'utilizzo di PC riutilizzati: 
che sia il caso di tirare le fila e scriverci un documento sopra?

>> Ultima cosa: Terre future. Non credo che un dibattito pubblico su 
>> queste tematiche sia conveniente per due ragioni:
> 
> Ok. Fra un paio d'ore incontro Jason di Unimondo. La tua osservazione e' 
> arrivata in tempo.

salutami Jason!

>> Per cui, va bene dibattito chiarificatore tra di noi a Firenze, ma NON 
>> pubblico, perche' dispersivo.
> 
> A Firenze io ci saro' di sicuro.

cerchero' di esserci anch'io, magari con qualcun altro di ISF

bacio le mani :-))
-E




Maggiori informazioni sulla lista golem