[Golem] Re: Collaborazione con ISF

Raistlin raistlin82@interfree.it
Mar 9 Mar 2004 22:58:39 CET


Ciao di nuovo,

> Hal wrote:
> > (per Elio: piu' di una volta ti e' sembrato di sentire una cera 
> > suscettibilita' da parte mia o di Gianni o di Dario. E' solo colpa 
> > dell'email, non c'e' mai stata nemmeno un'ombra. Ma proseguiamo).
> 
Confermo, anzi, il tono era sempre costruttivo e molto interessato ad
approfondire la discussione! :)

> questo inizio mi fa molto piacere, so bene che uno dei limiti della
> comunicazione scritta rispetto a quella faccia-a-faccia sta nella
> possibilita' di creare dei brutti equivoci...
> 
Infatti!!

> OK da noi, KO in quei paesi, infatti anche tu convieni che...
> 
> > In zona potrebbe ritirarlo che fa trashware, all'estero no. Va fatto 
> > funzionare quindi diventa strategica l'assistenza.
> 
> appunto.
> 
Secondo me sia queste storie sull'hardware sia la formazione e il
supporto dipendono molto anche dal progetto. Se fosse possibile che il
rapporto associazione-PSV fosse continuativo o periodico....
Ma magari vaneggio, diventerebbe complesso e costoso, sicuramente
troppo!

> > mi e' possibile farlo. Vedi, la nostra ragione di esistere (per il 
> > GOLEM) e' quella di diffondere Linux e il Software Libero. Punto. Siamo 
> > pronti a tollerare l'esistenza del Software non Libero, anche ad 
> > ammettere che in alcuni casi e' difficile da sostituire (allo stato 
> > attuale delle cose) ma non possiamo metterci a diffondere software 
> > non-Libero... e' piu' forte di noi  ;-)  
> 
Cappero, questo e' quello che ho cercato di dire io in diverse delle mie
mail! Non e' neanche (solo) che non lo vogliamo fare, e' che e'
illegale!! Come facciamo poi a vantarcene alle varie iniziative e ad
includerlo nei documenti ufficiali (ex. trashware howto) ?!

> jizzz... CI MANCHEREBBE ALTRO, AHO'!

Mi fa piacere comunque capire che anche Elio e' d'accordo!! :)

Questo e' uno dei paletti nel "fare gli avvocati del diavolo", non c'e'
modo di fare l'avvocato ad una soluzione che preveda l'uso di sw
propietario con pc vecchi o nuovi e in paesi in via di sviluppo o meno!!

> Quanto spesso ho sentito dire, non solo su questa lista (non da parte
> tua) ma anche su altre: "beh, per le applicazioni Office, con Linux ho
> il valido OpenOffice che mi _garantisce_ la compatibilita' con le
> applicazioni M$"

Come dice Hal il problema e' un altro... non e' assolutamente automatico
che OOorg giri sui (o su tutti) i PC usciti dal trashware!! :(

> ...CHEEEEE????
> Ma vogliamo imparare ad essere piu' cauti in certe affermazioni?

Non e' per aprire una nuova discussione (se avevo voglia facevo un
thread!) ma io sto studiando per un esame con delle slide in formato ppt
ed una dispensa in formato doc (E' un corso dove a laboratorio si lavora
su FreeBSD e insegna ad amministrare sistemi UNIX!!!) e non va cosi'
male... A giugno, dopo l'esame, sapro' dirvi se OOorg ha fatto il suo
dovere per quanto riguarda l'interoperabilita' o se mi ha fatto imparare
fischi per fiaschi, ma per ora...

> > Ancora non abbiamo pensato. Direi che cercheremo una "ISF" che abbia 
> > contatti con Cuba (l'Associazione Italia-Cuba?)
> > Oppure ci sono volontari???
> 
> touche'... ti vedo in difficolta'...
> ...mentre questo e' un punto che NON vi potete permettere di trascurare!
> 
Mha, io non sono ancora ingegnere ma, anche se e' li' che tendo, non ho
le manie dicotomiche di cui si parla in questa discussione! :) Ritengo
anzi che sia importante anche per noi del GOLEM, in relazione
all'attivita' del trashware e con obiettivo i PSV, prendere confidenza
con alcune delle problematiche tipiche della cooperazione, almeno di
quelle che stanno all'interfaccia fra le due attivita'.
Qui pero' viene il punto, le attivita' restano due e le fanno soggetti
diversi! Piu' ci si aiuta, piu' uno conosce le necessita' dell'altro,
piu' le cose possono venire bene ma (per tornare all'esempio) non
possiamo fare noi il progetto di cooperazione con Cuba... Quello o c'e'
ed e' seguito da qualcuno che ha le conoscenze (e le finalita')
specifiche, o arrivederci!
Non e' questione di essere in difficolta', non e' il nostro "mestiere",
non ne siamo in grado!!

> Il problema e' proprio questo: se l'associazione che vi chiede aiuto
> non ci capisce una mazza di PC, ne' delle ns menate sul S.L. e sul
> trashware, semplicemente ha bisogno di un certo numero di PC a basso
> prezzo (o gratis), cosa fate?
> 
_Secondo_me_: gli diciamo che tutto quello di cui ha bisogno e'
disponibilissimo e gia' pronto per loro ma che le ci sono alcune
condizioni dettate da tutta una serie di fattori che non ripeto qui (se
ne e' parlato tantissimo, sono nell'howto, ecc...).
Se sta bene si preparano le macchine e si organizza la formazione dei
soci a vari livelli, fino a renderli (con un po' di tempo) in grado di
insegnare quanto hanno appreso.
Tutto nella piena cosapevolezza di quello che sia le macchine sia i soci
andranno a fare nel PSV oggetto del progetto e affidandoci
all'esperienza dell'associazione in tipi di interventi che prevedano la
formazione dei beneficiari in modo da farlgi conquistare autonomia (che
secondo me e' l'unica vera cooperazione utile!) coi tempi e modi
richiesti e tenendo conto di tutte le difficolta' che stanno emergendo
grazie a queste lunghissime e utilissime e-mail ;)

Purtroppo si torna li', il problema non e' che noi vogliamo inculcare
Linux a forza nelle teste della gente del mondo ricco o povero... Quanto
che se e' il nostro contributo che si cerca, e se la nostra soluzione
piace, questa si realizza in un solo modo!!

> Quello che cerco di dire da un bel po' di mail a questa parte e': quando 
> si inviano dei PC in un PVS non e' possibile riutilizzare IN TOTO lo 
> stesso approccio che adoperate con il circolo ARCI locale o con 
> l'organizzazione di volontariato XYZ di Pontedera, ovvero: forniamo loro 
Ovvio!! (Si era gia' scritto da qualche parte mi pare...)

> Se la risposta e' ancora no, beh... credo che l'opzione trashware sia da 
> evitare. Il brutto e' dover rispondere all'associazione in questione:
> "guarda, date le condizioni al contorno, non sappiamo come aiutarti" :-(
> 
Vedi, alla fine siamo arrivati entrambi qua! :) E' vero, puo' essere
brutto, puo' dispiacere se non si riesce in nessun modo a dare una mano
ma sono convintissimo che e' una possibilita' da mettere in conto!

> > Il precedente mio messaggio e' stato un intervento un po' rude e non 
> > vuole evitare il confronto, ma evitare di rimestare tutto in un unico 
> > calderone. I tre temi sopra elencati possono, a mio avviso _devono_, 
> > essere trattati separatamente. Facciamolo.
> 
> scusa ma non sono d'accordo, e - pur sapendo di ferire la tua 
> sensibilita' di ingegnere "dicotomizzatore" - ti chiedo di fare uno 
> sforzo e di mantenere una visione olistica del problema (e guarda che 
> sono un ing. anch'io, eh!)
> 
> Potrei riformulare la questione in: "riusciamo a scrivere una serie di 
> condizioni NECESSARIE affinche' il trashware possa essere utilizzato in 
> maniera sostenibile nei PVS?"
Questo e' molto piu' interessante di mettersi a fare gli avvocati di
Gulielmo Cancelli...  ;)

> L'obiettivo finale potrebbe essere una specie di "HOW-TO" che, a partire 
> dai vantaggi ma anche dai limiti del trashware, suggerisca a chiunque 
> voglia utilizzare questo approccio in un progetto di Coop.Svil. QUANDO E 
> COME e' possibile utilizzarlo e QUANDO INVECE ne e' sconsigliabile 
> l'uso. Ci state?
Perfetto... Come Hal ti ha inviato noi abbiamo il nostro trashware
howto, lo stiamo sviluppando e arricchendo; tutto questo secondo me puo'
essere aggiunto come importante passo verso la versione 1.0 !!

> Esiste ormai un'ampia letteratura sull'uso di Linux nei PVS, sicuro che
> esiste del materiale riguardante anche l'utilizzo di PC riutilizzati: 
> che sia il caso di tirare le fila e scriverci un documento sopra?
> 
Basta che ci diamo il via fra noi e ci dividiamo un minimo i compiti!!

Ciao e a presto,

Dario
-------------- parte successiva --------------
Un allegato non testuale  stato rimosso....
Nome:        non disponibile
Tipo:        application/pgp-signature
Dimensione:  189 bytes
Descrizione: Questa parte del messaggio  firmata
URL:         <http://lists.linux.it/pipermail/golem/attachments/20040309/211abda2/attachment.pgp>


Maggiori informazioni sulla lista golem