[Golem] norme antiterrorismo

annalisa serafini annalisaserafini@libero.it
Mar 4 Ott 2005 14:41:46 CEST


> (a parte le battute in Italia ancora
> non siamo in uno stato di controllo).
> > se cosi' non fosse sarebbe meglio citare i casi concreti e metterli
> all'attenzione di tutti> > ivano

Ciao Ivano,
no grazie a Dio, ancora in Italia non siamo ad uno stato di controllo: se me 
ne
accorgessi andrei subito all'aereoporto di Pisa a prendere un aereo for 
everywhere ;-)

Lo cosa che non mi quadra in questo decreto  che mette insieme la persona 
che
usa il web per un qualunque servizo e la Questura o comunque organi di 
controllo
giudiziari.
E' poi vero che ci deve essere un mandato di un giudice che autorizza a 
fornire
log, nomi ed ore di contatto: ma secondo me questo non  serve poi tanto
per reprimere o sorvegliare quanto per creare confusione, false paure e 
disordini
(come nel mio settore).

La democrazia violata  che l'autorita' inquirente non dovrebbe collegare 
che
io Annalisa leggo il Corano oppure Manzoni oppure leggo la posta elettronica 
alle 17,34 oppure
riempio un form per prenotare un volo il 14 ottobre 2006: vedi, e' fare 
questo *collegamento*
che lede il singolo nel suo diritto di accedere ai servizi informativi.
Se io Annalisa, sono una terrorista o accusata tale, mi arresti o mi 
sorvegli, ma non vai a vedere
se uso Internet in biblioteca, all'URP di Pisa, al Centro per l'impiego di 
Milano... e se riempio form, scrivo
la posta al mio fidanzato oppure consulto un orario dei treni per Torino...
Ti ho fatto l'esempio di libri (come il Corano) perche' poi le *paure 
collettive* che innestano
questi decreti fanno anche fare classifiche librarie e bibliotecarie su 
quanti utenti chiedono
in prestito il Corano :-(((    Spero di essermi spiegata un po' meglio ed 
averti fatto capire.
Sono disponibile per ogni informazione.
Un caro saluto a tutt*,
Annalisa





Maggiori informazioni sulla lista golem