[ImoLUG] Progetto "segretissimo" sulle macchine virtuali

Mario Giammarco mgiammarco@gmail.com
Ven 20 Nov 2009 21:18:08 CET


Il giorno 20 novembre 2009 19.46, Franco Tampieri
<info@francotampieri.com>ha scritto:

>
>
> Urg, non ti preoccupare i clienti taccagni sono mooooolto diffusi :)
>
> Si quelli verso di me li capisco... ma quelli taccagni anche verso se
stessi....


> Comunque sia agigungerei:
>
> - Cliente X vuole alcuni servizi quali un gestionale o un CRM disponibile
> online 24/7 ma non vuole portarsi in casa l'onere di dover acquistare linea
> decente e infrastruttura elettrica e hardware per un server...
>
> - Per un professionista Ŕ possibilitÓ di avere un ambiente di sviluppo
> on-demand Es. sono una azienda di comunicazione scrivo applicazioni web con
> php, python o altro... voglio fare del testing in un ambiente tutto mio e
> privato, senza fare dei danni e con la possibilitÓ di attivare questa
> macchina....
>
>

Ottimi casi d'uso, infatti proprio per il secondo iniziai a suo tempo ad
interessarmi a soluzioni non di cloud,  che allora non esistevano, ma di
provisioning come openqrm.


>
> facendo un p˛ di conti in questi mesi credo che una soluzione papabile
> possa essere opennebula, nel senso che si basa sulla libreria libvirt di RH,
> la quale pu˛ gestire delle vm vmware (versione 1 o 2), macchien XEN,
> macchine KVM, e da quello che s˛ si appresterÓ pure ad implementare macchine
> sun virtualbox... inoltre esiste la possibilitÓ di interfacciarsi a EC2 e
> sparare la vm sulla nuvola esterna :)
>
> Ubuntu in questo caso si sta orientando su Eucalyptus ha giÓ tutta la
> piattafomra landscape predisposta per il cloud, non Ŕ malaccio...
>
>

Ok ora guarda questo link poi dammi un parere:
http://www.openqrm.com/?q=node/157



>  > - nel caso si voglia offrire una soluzione scalabile (anche nel senso
>>> di
>>> > velocita' di configurazione di un datacenter) cosa uso?
>>> > openqrm,opennebula,abiquo,eucalyptus o altri?
>>>
>>> dipende strettamente dalla scelta fatta sopra
>>>
>>> Si ma chi mi aiuta a fare ste scelte?? ;-) ;-) ;-) ;-)
>>
>>
>>> considerazione: siamo certi che preparare dei template di vm da dare
>>> ai clienti sia un obiettivo perseguibile in termini di tempo e
>>> risorse?
>>
>>
>> Nel mio caso d'uso di sopra sta cosa torna. Facciamo qualche caso d'uso di
>> infrastrutture complete automatiche poi ne riparliamo.
>>
>
>
> hum. la domanda non Ŕ per niente banale, premetto che opennebula Ŕ
> principalmente testuale, anche se ha API in (ovviamente) Ruby (linguaggio
> con cui Ŕ scritto), python, java, c quindi potrebbe essere una occasione di
> integrazione...
>
> Uan I'm the Master of the puppets :D :D :D a parte gli scherzi puppet lo
> conosco benino, Ŕ stata una scelta di qualche anno fa per gestire
> configurazioni multiple, visto che con cfengine non i sono mai trovato :)
>

Io invece alla fine ho scelto chef e mi trovo bene pure io, abbasso cfengine
š'P

>
>
>>
>>> 'scenario***' = insieme delle configurazioni dei svariati demoni, best
>>> practices sulla configurazione di CMS ed integrazione tra loro (magari
>>> in modalitÓ SaaS?), directory services che giocano tra loro in
>>> armonia, bla bla bla
>>> quindi diventerebbe lo 'scenario***', a questo punto, _segretissimo_
>>> :-) (e probabilmente rivendibile, perchŔ no... l'immaginazione non ci
>>> manca!)
>>>
>>
>> Rivendere una cosa riduce a zero i costi di sviluppo e mantiene il
>> fatturato -> ottima cosa!
>>
>
> Concordo e ce ne Ŕ veramente un grande bisogno :)
>
>
Devo ritrovare il link di quel famoso consulente di new york che scrive cose
molto interessanti al riguardo

>
> Bisogno comunque approfondire meglio la cosa... :P :)
>
>
Gia' assolutamente!!!
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://lists.linux.it/private/imolug/attachments/20091120/805d8cd7/attachment.htm>


Maggiori informazioni sulla lista ImoLUG