[LUG] Data prossimi LinuxDay 2006 e successivi

Manuele Rampazzo manu@linux.it
Lun 27 Feb 2006 19:48:50 CET


Ciao,

Cristiano Paris ha scritto:
> Il giorno Mon, Feb 27, 2006 at 05:24:42PM +0100 Manuele Rampazzo ha scritto:
> Tuttavia ritengo che, piuttosto che fare certificazioni, un

Cristiano, ricordati che il mio primo intervento era per indicare come
un certo "al lupo! al lupo!" gridato stiticamente da parte di una
persona nota ai pi¨ per la valanga di stupidaggini con cui ammorba le
liste fosse null'altro che l'ennesima sua stupidaggine; lo sarebbe anche
qualora quanto costui paventa si traducesse effettivamente in realtÓ,
ovviamente in forme ben diverse rispetto quanto va blaterando...

> coordinamento nazionale di qualche tipo dovrebbe innanzitutto fornire
> servizi alla comunitÓ, per tenerla unita, dare risalto alle realtÓ
> locali, fornire strumenti di collaborazione.

Mi sembra quello che ILS fa giÓ da un bel pezzo: dove sarebbe la novitÓ,
l'innovazione?

> E soprattutto dovrebbe rendersi conto della temporaneitÓ dell'impegno
> dei suoi appartenenti al gruppo e facilitare l'ingresso e l'uscita dallo
> stesso.

Eh? Me la spieghi questa frase? :-)

> Infine, IMHO, nel mondo dell'Open Source, le iniziative hanno successo
> per il proprio valore intrinseco ed un gruppo acquisisce consenso solo
> in base a quello che fÓ, non ai bollini che distribuisce.

Chiaro, ma c'Ŕ modo e modo di fare le cose ed una possibile, ipotetica
"certificazione" determina se un certo modo Ŕ coerente con i valori di
un'organizzazione o meno.

Tu mi potresti dire che diffondere GNU/Linux attraverso - ipotizzo, non
voglio dire che sia il tuo caso eh - la pubblicizzazione e il sostegno
da parte di un LUG ad un $noto_DB_proprietario sia un buon modo per
diffondere GNU/Linux... Bon, la tua scelta Ŕ in fondo legittima, la
libertÓ di far questo, ma nel momento in cui per qualche motivo ti
volessi riferire ad ILS (anche per la fornitura di banali servizi quali
il dominio di terzo livello) secondo me quest'ultima avrebbe *tutto il
diritto* di farti quantomeno notare che il $noto_DB_proprietario fa un
po' a cazzotti con quanto ILS cerca di propagandare.
Cosa farebbero in questo caso alcuni noiosi figuri? Come minimo
griderebbero allo scandalo, alla dittatura di ILS, al tentativo di
mandare ai lavori forzati nei gulag i liberi partecipanti dei liberi
LUG... mah! :-O

Nota bene che questo fantomatico "coordinamento" o "voce dei LUG" di cui
ogni tanto si legge qui dovrebbe prima o poi darsi delle norme, chiamale
anche "definizioni" se preferisci, che potranno anche essere scelte nel
modo pi¨ democratico possibile, ma scontenteranno sicuramente alcuni
gruppi... e qualche noioso figuro, magari sempre quello, ripartirÓ con
la solita valanga di insensatezze!

Comunque, forse "certificazione", o "bollino", Ŕ un termine troppo
fraintendibile, io intendevo pi¨ che altro la /libera/ e /responsabile/
accettazione di valori comunemente accettati, con la garanzia di una
verifica che chi /liberamente/ e /responsabilmente/ accetta questi
valori non faccia il furbacchione per i suoi loschi fini.

> Forse Ŕ ora di cominciare a creare consenso.

Concordo. Comunque mi sembra che ILS abbia da mo' un consenso comunque
notevole, o se non altro buona parte della comunitÓ italiana "che conta"
nel Software Libero (che onestamente preferisco al commercialotto Open
Source) sembra aderire a quest'organizzazione.

Casomai il concenso dovrebbero crearselo quelle persone che rompono i
totani e che organizzano inconcludenti crociate anti-ILS (sempre persone
scelte a caso, eh).

Ciao,
Manuele

-- 
"╚ ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il
possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ci˛ che appariva
loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo."
Michail Bakunin (1814 - 1876)


Maggiori informazioni sulla lista LUG