ORGANIZZAZIONE (era: Proposta da ILS: LinuxDay)

f.riccardo frick@linux.it
Fri, 14 Sep 2001 10:18:32 +0200


Visto che non mi pare ci siano state risposte pratiche, io insisto
(ho imparato che prima o poi qualcosa si ottiene, per essere brutali
la sapete la tecnica per far tirare fuori la testa alla tartaruga? ;))

Fabio Coatti ha scritto:

> Per quanto possa contare il mio parere, sono per questa linea. Come dicevo a
> riguardo della posizione di Marco D'Itri, se non si vuole dare rilievo su
> cartelloni a sponsorizzazioni o cose del genere va bene

un attimo, noi (il miserrimo, almeno per ora, golug) dovremmo
ottenere le macchine in comodato gratuito in cambio del solito
cartello pubblicitario di ringraziamento: "si ringrazia blablabla
per aver gentilmente messo a disposizione ecc.", e` un problema?!
sara` banale ma meglio precisarlo, no? (1^ punto da policy)

> Per MdS:  assolutamente superfluo ricordare che non si possono fare cose
> fuori licenza od illegali, non stavo parlando di questo e non c'entra
> comunque un tubo. Va da se che qualunque iniziativa deve essere legale. La
> discussione  se fare certe cose o meno, ma sempre legalmente. Vediamo di
> rimanere sul punto, per favore.

sinceramente la questione software commerciale pare c'interessi
relativamente, ma ad esempio si possono invitare per talk linuxisti
impiegati in un azienda e citare l'azienda? assolutamente non per
un autoincensamento, semplicemente se chiamo mister X che fa sis-
temi embedded per l'azienda Y, si presenta all'inizio come mister
X di Y e poi, se gli scappano un paio di: "noi a Y abbiamo risolto
il problema cosi`" lo devo frustare? :) (altro punto da policy:
regolamentazione rapporti con aziende o loro rappresentanti, non
credo personalmente che dovrebbe essere una fiera, magari altri la
pensano diversamente, ma nemmeno il banchetto con le catenine del
volontariato pro-terzomondo, con assoluto rispetto parlando)

e non si potrebbe mettere a disposizione del materiale (slide ecc.)
per un eventuale talk di base su cosa sia il software libero (che
noi intenderemmo tenere, nei nostri limiti) per garantire un minimo
di omogeneita`?

mi fermo qui ma si potrebbe continuare, auspico che qualcuno lo
faccia, si fa sempre in tempo a sollevare questioni di principio
su singoli punti concreti :)
--
saluti
f.riccardo