gnomemeeting.po rev.3

Alessio Dessi tp@lists.linux.it
Thu Mar 20 15:39:02 2003


On gio, 2003-03-20 at 11:37, Andrea Celli wrote:
> On 19 Mar 2003 19:19:52 +0100
> Luca Ferretti <elle.uca@infinito.it> wrote:
> 

> 
> Effettivamente, ci sono alcune scelte "filosofiche" diverse nel modo di tradurre 
> dei diversi gruppi. In sostanza, direi che qui si pone pi¨ l'accento sulla
> fedeltÓ della traduzione, mentre Kde e Mandrake lo pongono pi¨ sulla "comprensibilitÓ".

a tal proposito a me piacerebbe che le cose cambiassero .... sopratutto
per quello che riguarda i messaggi diretti esclusivamente agli utenti
finali ... devono essere facili da capire .. e non c'e' niente di male a
rendere un programma piu' comprensibile di quanto fosse la verisone
inglese ... l'unica cosa ci ci dobbiamo imporre e' che non sia meno
comprensibile ... ma ben vengano le traduzione che rendono un programma
+ chiaro dell'originale in inglese ... sappiamo tutti che non e' mica
una cosa automatica che siccome uno e' bravo a programmare sia anche
bravo e chiaro nello scrivere ile stringhe dell'interfaccia .... quindi
miglioriamo .. e dove possibile interagiamo con lo sviluppatore
facendogli migliorare e rendere + chiaro il programma anche nella
versione inglese .. ma se lui fosse reticente ... nessun problema .. ma
almeno la versione italiana .. che sia + chiara possibile

> Poi abbondano gli esempi di traduzioni troppo libere in GNU/Gnome e di frasi tradotte
> troppo letteralmente, al limite dell'incomprensibilitÓ, in KDE e Mandrake  ;-)
> 
e' chiaro ... anche io nonostante mi sforzi di  tradurre le stringhe nel
modo + chiaro possibile non ci riesco sempre ... .. io mi impegno
perche' questo avvenga ma senza il contributo di tutti in questo senso
e' difficile lavorare .. perche' va bene essere precisi nella traduzione
ma questo non a costo della chiarezza...

spero che tutti i traduttori attivi vogliano partecipare a questa
discussione perche' penso sia importante migliorarsi ... a volte si
sbaglia facendo una scelta ... lo si fa in buona fede pensado che sia la
cosa + giusta .. ma poi ci si accorge che forse era meglio un altro
approccio ... quindi ... discutiamone .. confrontiamoci ... questo
secondo me ' qualcosa che puo far fare un salto di qualita' al nostro
lavoro ...


> 
> ciao, andrea
> 
>  

ciao
Alessio