[gl-como] 2 domande

Riccardo Penco r.penco@scasinet.com
Sab 25 Feb 2006 14:54:08 CET


Ruggero ha scritto:
> Pietro Bertera ha scritto alle 16:13, venerdý 24 febbraio 2006
>> Il giorno ven, 24/02/2006 alle 15.59 +0000, Carlo Filippetto ha scritto:
>>> I dischi in partenza erano si visti, ma quando cercavo di fargli fare il
>>> raid sofware si impallava tutto! Le ho provate tutte, comprese Red Hat e
>>> Suse.. Messo il firware per l'hardware Ŕ cambiato solo che Linux mi
>>> vedere il raid come un disco unico e li si installava tranquilla, ma
>>> sempre e solo la Read Hat. Fai conto che avevo una Suse 10 Enterprise
>>> originale (e non la Suse standard) e non l'accettava..
> Io devo essermi rinc... ma mi sorge un dubbio:
> - perchŔ in azienda si comprano schede raid costosissime per far fare tutto 
> all'hardware e noi stiamo cercando di usare 'sta scheda RAID come misero 
> controller per poi costruirvi sopra un RAID SOFTWARE?

non credo che in questo caso la scheda fosse costosissima e di buona 
qualita'


> Il problema Ŕ il monitoring dei dischi? Basta abilitare lo S.M.A.R.T ed usare 
> gli appositi tool per monitorare sia il device RAID che i singoli dischi...

non ho mai avuto per le mani una macchina con un buon controller raid, 
pero' ad occhio direi che il sistema operativo non vedrebbe i singoli 
dischi fisici, bensi' i volumi che sono stati impostati nella scheda.


> 
> Al pi¨ ti tocca ricompilare un kernel con le patch -ac (le stesse di RH) ed 
> hai la distribuzione che vuoi con il RAID... per fare il boot da  quel device 
> ti crei il tuo initrd con giÓ il modulo inserito...
> 
> ...con qualche dubbio,
> 
> (di non aver capito il problema ;-)
> 
> Ruggero
> 



Maggiori informazioni sulla lista gl-como