Fw: TERM EN>IT - vendor

Andrea Celli tp@lists.linux.it
Mon Dec 9 16:12:01 2002


On Mon, 9 Dec 2002 11:46:37 +0100
Andrea Celli <celli@iac.rm.cnr.it> wrote:

> 
> Qualche tempo fa si era discusso sulla corretta traduzione del
> termine "vendor", senza arrivvare ad una conclusione.
> Io almeno non l'ho trovata in archivio.
> 

Dimenticavo la domanda :-)

>> In contesti specifici come questo secondo me viene usato per indicare un
>> produttore/fabbricante/assemblatore/passascatole senza stare troppo a
>> sottilizzare sul suo effettivo contributo alla catena del valore. Nel caso
>> del bus PCI, ad esempio, questa Ŕ la definizione del Vendor ID:
>>  > Vendor ID - This field identifies the manufacturer of the device.
.............

Va bene tradurre "vendor" con "marchio"?

A suo tempo la discussione era tra "produttore" e "costruttore",
che comprendono solo la prima parte della catena di produzione e vendita.
Invece, "marchio" ha la stessa genericitÓ del termine inglese.
Pu˛ essere sia marchio di fabbrica che marchio commerciale.

>> Sempre nel caso della stessa specifica, il campo sub-vendor in realtÓ Ŕ
>> un'abbreviazione di "Subsystem Vendor ID" e viene utilizzato in modo diverso
>> a seconda se il produttore in questione sia quello che realizza il chipset
>> PCI o la scheda in cui Ŕ utilizzato.
>> 

Su questo, ho le idee meno chiare.
Ossia, Ŕ il produttore di una componente o uno che re-etichetta il prodotto?
Qualche suggerimento?

ciao, andrea