Domande da un newbee

Andrea Celli celli@iac.rm.cnr.it
Mon, 25 Mar 2002 16:20:34 +0100


Salvo Isaja wrote:
> 
> >    Concordo sull'utilizzo di baco al posto di bug: ha il pregio di essere
> >    una traduzione letterale e di rendere perfettamente il suono originale
> >    (in modo che chiunque lo senta capisca il riferimento).
> >
> > Io personalmente condivido, e sono sempre stato un gran tifoso di baco
> > come traduzione di bug, ma finora tutte le volte che se n' parlato ci
> > sono state forti opposizioni, che  la ragione per cui non c' nel
> > glossario.
> 
> Io per esempio rabbrividisco...

Ti fanno tanto schifo questi animaletti? :-)

D'altra parte, come dicevo, il primo "bug" della storia dell'informatica
era proprio un bacarozzo :-)

Ammetto, pero`, che probabilmente si trattava di un coleottero e 
non di una larva di farfalla.

Poi, il termine si e` affermato perche' rende bene l'idea 
di qualcosa che si insinua di nascosto nei tuoi programmi
e che ti costringe a 'spulciare' (sia nel senso etimologico
che figurato) riga per riga tutto il codice per individuarlo
e rimuoverlo.

ciao, Andrea