dubbi traduzione 2

Francesco Potorti` tp@lists.linux.it
Thu Feb 27 12:15:01 2003


Salvo Isaja:
>Attenzione: "gli uni" non si pronuncia come "tagliuzzare", visto che in

Io pronuncio e sento pronunciare gli uni e gli altri come tagliuzzare (a
meno di non scandire le parole).

>quest'ultimo caso non c' iato, ma addirittura nemmeno dittongo: non viene
>pronunciato nessun fono [i] o [j]: il "gl"  prodotto con un fenomeno
>articolatorio a s stante, indicato con [lambda].

S, proprio cos.

>> >Non  detto che "iu" formino sempre un dittongo: es. "liuto", [li'uto],
>> >non ['ljuto], che  impronunciabile.
>>
>> Questa sono certo di non averla mai sentita pronunciare con uno iato.
>
>Allora forse  meglio guardare com' scritta su un vocabolario.

Ma i dizionari riportano la lingua, mica la creano!  Se tutti
pronunciano in un altro modo, la lingua  quella, se molti pronunciano
in un altro modo, esistono due pronunce, forse la lingua  in evoluzione
verso una delle due forme.

Che uno iato appaia o scompaia non credo che abbia molto a che fare con
gli accenti tipici locali, piuttosto col fatto che una lingua scritta
diventa parlata, e va per la strada di minor resistenza.

>> Per questo Francesco diceva che "gli URL"  pi cacofonico di "le URL".
>
>Questo fenomeno, in psichiatria,  noto con il termine ironico di "lettura
>del pensiero" ;-)

Beh, se tu pronunci "gli url" con uno iato, come "gli uni"  abbastanza
naturale che tu non lo trovi cacofonico.

E se io pronuncio "gli url" senza uno iato, come "gli uni"  abbastanza
naturale che io lo trovi cacofonico.

E probabilmente questa differenza di pronuncia pu spiegare buona parte
delle differenze di preferenza fra maschile e femminile: url non diventa
uno scioglilingua solo se ci metti prima uno iato, e per me questo
equivale a usarla al femminile, per te no.  Quindi le deboli
argomentazioni a favore di url maschile per te sono sufficienti a far
pendere la bilancia, per me no.

 un'ipotesi, ma mi sembra la migliore che abbiamo finora.