Key signing party...

Luca Ferretti elle.uca@infinito.it
Mer 12 Nov 2003 12:29:28 CET


On lun, 2003-11-10 at 21:53 +0100, Cristian Rigamonti wrote:
> On Mon, Nov 10, 2003 at 03:48:49PM +0100, Yuri wrote:
> > 

> fortemente orientando verso la non-traduzione, per una serie di motivi:
> 
> - Cercando su google, in it.comp.sicurezza.pgp e in altre fonti italiane
>   sull'argomento, l'ho sempre trovato invariato.
> 
> - L'espressione mi pare abbastanza comprensibile "a orecchio" anche per
>   chi non  proprio madrelingua inglese, specialmente se penso a una
>   persona interessata all'argomento (abbastanza specialistico) dell'howto,
>   mi riesce difficile immaginare che non riesca a farsi un'idea al volo
>   del significato di "key" + "sign" + "party"
> 
> - L'espressione compare anche nel titolo dell'howto, che, come da
>   convenzione, non viene tradotto; quindi anche l'ipotetico lettore
>   totalmente a digiuno di inglese se la beccherebbe comunque almeno una
>   volta nel titolo e nell'abstract (dove ho messo, una volta sola, la
>   traduzione meno schifosa disponibile al momento: "incontro per la firma
>   delle chiavi")
> 

Motivazioni validissime e ineccepibili. Hai la mia benedizione, per quel
che vale, e quella del "termine tecnico" :-)

Anche "incontro" mi par una buona scelta: se lo devi/vuoi usare solo una
volta come spiegazione del titolo/argomento, mi pare preferibile a
"party"



Maggiori informazioni sulla lista tp