[ultima chiamata] proposta di glossario: menu e men¨

Roberto Rosselli Del Turco rosselli@ling.unipi.it
Lun 19 Gen 2004 16:04:19 CET


Il lun, 2004-01-19 alle 14:16, Andrea Celli ha scritto:
> Essendo due grafie utilizzate pressocchÚ in ugual misura nell'italiano
> corrente ed entrambe valide da un punto di vista teorico, mi sembra
> che l'unico criterio di scelta (se proprio si vuol fare una scelta) sia quello
> della "minor fatica" per uniformare tutte le traduzioni.
> Ossia, quante "¨" dobbiamo modificare in "u" o quante "u" in "¨"
> per ottenere una certa uniformitÓ delle traduzioni?
> 
> Poi, Ŕ tanto importante essere uniformi su una questione del genere?
> 
> Poi, se non tutti i gruppi di traduttori Linux si riconoscono nella scelta 
> fatta da questa  ML (anzi, sembrano aver giÓ scelto diversamente)
> si riuscirebbe  realmente ad uniformare?
> 
> Se mi ricordo  una di queste sere controllo i database delle traduzioni M$
> (sono disponibili pubblicamente) per vedere come si comportano 
> "lorsignori".

Sottoscrivo al 100%, pur sapendo che in questo modo mi espongo al
rischio di essere additato come "cospiratore truffaldino" ;)))

Ciao
> 
> ______________________________________________________________________
-- 
 
Roberto Rosselli Del Turco	roberto.rossellidelturco at unito.it
Dipartimento di Scienze		rosselli at ling.unipi.it
del Linguaggio			Then spoke the thunder	DA
Universita' di Torino		Datta: what have we given?  (TSE)
 
  Hige sceal the heardra,     heorte the cenre,
  mod sceal the mare,       the ure maegen litlath.  (Maldon 312-3)



Maggiori informazioni sulla lista tp